CAPPELLI DI PAGLIA

Le materie prime possono essere: cappelline in paglia di grano, carta ritorta, carta panama o altro materiale, trecce in paglia, in polipropilene, carta e vario genere. Esse devono essere non lavorate allo stato grezzo e quindi non formate.
Le fasi di produzione per realizzare i CAPPELLI DI PAGLIA sono:

  • PRESSATURA (TESSITURA l INCISIONE l TESA LIBERA);
  • ATTACCATURA GROSGRAIN;
  • GUARNIZIONE;
  • TAGLIATURA ALA;
  • CUCITURA;
  • ORLATURA;
  • ETICHETTATURA;
  • IMBALLAGGIO.

In sintesi le principali fasi che devono essere svolte all’interno dell’opificio sono:

  • per le trecce di paglia e/o i nastri, la cucitura con macchine apposite (le c.d. “macchine anita o a catenella”);
  • la modellatura a caldo, con le varie presse elettriche o a caucciù, sia per i cappelli cuciti sia per le cappelline;
  • le guarnizioni possono essere applicate oltre che manualmente anche con le macchine per
    cucire apposite o altri mezzi (macchina per guarnire, la macchina a braccio o la macchina dei punti);
  • fase dell’imballaggio: consiste nel controllo finale del prodotto eliminando eventuali
    imperfezioni.