CAPPELLI DI FILATO

Il filato rappresenta la materia prima grezza per eccellenza in questa categoria di prodotto. Il cappello può essere sia di origine italiana che estera. La qualità delle materie prime è data dalla composizione dei filati. Essa è più alta dove è più alta la percentuale di WOOL, WOOL MERINOS, WOOL VERGINE, CACHEMIRE, KID MOHAIR e COTONE.
Le fasi per realizzare il CAPPELLO DI FILATO sono:

  • lavorazione del filo che viene “smacchinato” su macchine elettroniche di alta precisione. Il risultato permetterà di ottenere teli lavorati in base alle richieste (es. coste, rasato, maglia inglese, treccia, jacquard, ecc.);
  • i teli devono essere stirati per fissare la misura e dare più morbidezza al capo finito;
  • fase della cucitura del cappello con macchina “taglia e cuci” oppure con “rasafilo” oppure con “rimaglio”;
  • fase della guarnizione del prodotto da effettuarsi “a mano” o “a macchina” che può essere, solo a titolo esemplificativo: filato lavorato a tubolare, frange a mano, rifinitura con pom-pom e cordoncini oppure ricami fatti con vari filati;
  • fase dell’imballaggio: consiste nel controllo finale del prodotto limando eventuali imperfezioni.

I MATERIALI


I CAPPELLI